Italian Exhibition Group SpA - Quartiere Fieristico di Vicenza
4 - 5 DICEMBRE 2021
25/giu/2020

Sharing mobility: quali sono le APP più usate?

Si parla di sharing mobility per intendere lo spostamento da un punto all’altro con mezzi di trasporto condiviso. Si tratta di un fenomeno che è sempre più diffuso in Italia e in Europa perché permette di ridurre notevolmente i costi di trasporto ma anche di conoscere nuove persone!

Abbiamo parlato di sharing mobility nell’ultimo articolo, dove abbiamo spiegato la differenza tra car sharing, cioè tutti quei servizi di noleggio temporaneo di un’auto, (ovviamente esistono anche il bike sharing e scooter sharing, soprattutto nelle città di vacanza), e di car pooling, quando il mezzo viene condiviso al solo scopo di dividere i costi e non c’è un vero e proprio guadagno da parte del conducente.

Addirittura nelle città più grandi, il fenomeno è talmente diffuso che iniziano ad esserci sempre più persone che non acquistano più un’auto propria, spostandosi solo con i mezzi pubblici e con i servizi di sharing mobility, detti anche di rideshare  (corsa condivisa).

 

Car Sharing: Quali sono le APP migliori?

 

Perché la sharing mobility possa diffondersi, c’è bisogno di un sistema tecnologico che la supporti, perché tutti questi servizi sono disponibili e prenotabili direttamente online.  Anche qui vengono in nostro soccorso le APP. Ecco le migliori in Italia secondo Android*:

  • Car2go, Enjoy, Sharengo sono dei servizi di noleggio di auto o furgoncini a breve termine, è possibile prenotare un veicolo per qualche minuto fino a 24 ore. Ovviamente per poterlo fare occorre rispettare tutta una serie di regole fondamentali, come possedere una patente di guida valida e rispettare tutte le norme di sicurezza stradali .
  • Esiste anche Drive-now che però al momento è disponibile solo a Milano.
  • Uber, un servizio di noleggio con conducente che viene sempre più usato in sostituzione del classico taxi.
  • Mytaxi, il servizio di taxi che diventa digitale, dove si elimina la ricerca fisica di un taxi disponibile perché si può consultare direttamente dal telefono 

Al momento gli svantaggi principali del car sharing sono: la disponibilità limitata alle grandi città e i limiti chilometrici che qualche servizio impone.

 

Car Pooling: Quali sono le APP migliori?

Nel car pooling la dinamica è interattiva perché non è solo l’utente che richiede un servizio, ma si tratta di uno scambio tra domanda e offerta, cioè tra chi chiede e chi offre un passaggio.

  • Leader assoluto di mercato nel settore del car pooling è senza dubbio Blablacar, l’app che consente di “noleggiare” un mezzo privato di un utente per dividere i costi di un viaggio.
  • Zego, un APP totalmente italiana che, a differenza di Blablacar, è più focalizzato su brevi tratti cittadini, ma anche qui l’idea alla base è la condivisione dei costi.
  • Clacsoon, che permette di chiedere e offrire passaggi in tempo reale. Basta inserire la propria posizione e la destinazione e l’APP ci indicherò quali mezzi possono fare al caso nostro. Si tratta di un’applicazione che viene usata spesso dalle aziende per incentivare il car pooling tra i dipendenti per il tragitto casa-lavoro.

 

 

Vuoi sapere tutto su auto e motori? Iscriviti alla nostra newsletter!

 

Fonti:

https://www.androidpit.it/migliori-app-car-sharing

https://www.panorama.it/migliori-alternative-al-taxi?rebelltitem=5#rebelltitem5

 

MEDIA PARTNERS MEDIA PARTNER